Dobbiamo riprenderci il diritto di conservare i semi e la biodiversità.
Il diritto al nutrimento e al cibo sano.
Il diritto di proteggere la terra e le sue diverse specie


Vandana Shiva
Attivista e ambientalista indiana

Questo aforisma riassume efficacemente l’anima del progetto “Piantala!” e la sua forte valenza sociale, culturale, ambientale e territoriale.

Il contesto

Il progetto nasce in un preciso ambito territoriale, ovvero quello del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, che si distingue dagli altri parchi nazionali d’Italia per la ricchezza delle risorse naturali e culturali: riserva della Biosfera, Patrimonio dell’umanità dell’Unesco, Geoparco.
Si tratta di un contesto territoriale tipicamente mediterraneo e prevalentemente rurale che presenta, però, problematiche e criticità legate ad assenza di innovazione e gap di competitività, progressivo abbandono dei terreni e perdita di tradizioni contadine.

Perché nasce

Il progetto nasce con l’obiettivo di valorizzare, salvaguardare, promuovere, condividere e diffondere in modo smart e innovativo la biodiversità degli antichi semi di questo territorio unico e ricco di fascino, e delle aree rurali in cui queste piccole e preziose fonti di vita trovano il loro terroir.
“Piantala!” rappresenta un’esortazione e un invito a diventare custodi e promotori della salvaguardia e della diffusione degli antichi saperi e delle sementi in quanto valore identitario del territorio di riferimento e che, se non valorizzati e recuperati, rischiano di andare perduti per sempre a causa delle politiche delle grandi multinazionali, basate sulla monocoltura intensiva e sulle colture geneticamente modificate, fonte di erosione e perdita di diversità.

Un progetto dal cuore innovativo

“Piantala!” è un kit per la coltivazione indoor di antichi semi del Cilento. La sua particolarità risiede nel fatto che ogni kit è associato ad un codice QR che permette al possessore di geolocalizzare i semi piantati, ovvero registrarne in rete la posizione geografica grazie alla Seed Map, piattaforma e mappa interattiva delle sementi visibile a tutti, e attualmente in fase di implementazione.
Attraverso la piattaforma, gli utenti possono caricare e condividere con il web contenuti multimediali legati alla vita della piantina stessa: immagini e suggerimenti che confluiscono in una vera e propria Seed Community.

 

Radici, tradizioni, identità

I kit sono stati realizzati coinvolgendo giovani contadini cilentani che svolgono azioni di recupero di semi antichi secondo antiche tradizioni e metodi di coltivazione ecosostenibili. Attraverso il materiale multimediale presente sulla piattaforma, la valenza educativa e le implicazioni socio-culturali legate a “Piantala!” sono amplificate, generando un rafforzamento dell’identità e dell’orgoglio locale e maggiore senso di appartenenza, per una più generale riqualificazione a fini sociali delle aree rurali.
“Piantala!” vuole, quindi, dimostrare come l’agricoltura e la ruralità del Cilento rappresentano una prospettiva concreta di sviluppo, permettendo il necessario connubio tra innovazione e tradizione e divenendo propulsore per il rilancio dell’identità locale.

Visita il sito del progetto